CRANIOSACRALE BIODINAMICA

Rosella Denicolò è una Craniosacral Biodynamic Therapist formata al Karuna in Inghilterra, membro dell’ACSI, Associazione Craniosacrale Italia, e docente di questa disciplina presso la scuola In Flow, una scuola che insegna la craniosacrale biodinamica a partire dalla meditazione. Nel lavoro con i clienti si basa su un rituale del contatto che crea uno spazio sicuro e protetto, nel quale possono essere affrontati e risolti anche vissuti e memorie corporee molto precoci. Grazie alle abilità che provengono dall’ esperienza di counselor, ha sviluppato una metodologia di lavoro che educa il cliente a seguire il proprio processo durante la seduta e ad ascoltare ciò che il corpo ci vuole raccontare attraverso un sintomo e quali sono i cambiamenti che si possono aprire. Si è specializzata nel lavoro con i neonati e con i bambini.

Craniosacrale Biodinamica

Questo metodo di lavoro corporeo si basa sull’evidenza che tutto ciò che è vita è in movimento e che la mancanza di movimento genera malattia, disturbi, stagnazioni. Anche quando siamo fermi il sangue scorre, il cuore pulsa, l’intestino lavora. Movimenti anche più sottili avvengono a livello cellulare e nei fluidi del corpo. In craniosacrale biodinamica si parla di un ritmo di movimento che permea tutto l’organismo, una respirazione che sottende quella polmonare e che riguarda tutto il corpo. Una respirazione primaria che viene percepita come una marea. Ogni cellula quando è in salute esprime questa marea, e respira. La craniosacrale biodinamica riporta il movimento quando questo si è arenato. Facilita lo scorrimento quando c’è stasi, facilita l’assestamento dei fluidi quando questi sono troppo eccitati, facilita la pulsazione dal centro alla periferia e dalla periferia al centro. Quando le cellule pulsano e respirano al ritmo della marea c’è salute fisica, mentale, emozionale. 

Il trattamento

Il trattamento di craniosacrale biodinamica non applica pressioni, trazioni, massaggi. E’ un tocco delicato e non invasivo che permette al corpo di fare ciò di cui ha bisogno senza imporre niente dall’esterno. Questo approccio fa sì che le capacità di autoregolazione dell’organismo vengano in primo piano e facciano ciò che è necessario per ritornare a uno stato di equilibrio, movimento, vitalità. Durante una seduta la persona spesso sperimenta calore, calma e rilassamento. Sperimenta una piena accettazione a livello dell’essere. Come dice Carl Rogers, accettazione incondizionata, empatia, congruenza, sono le tre condizioni necessarie e sufficienti per produrre un cambiamento. Nella craniosacrale biodinamica queste tre condizioni vengono tradotte attraverso il contatto e la creazione di un campo di relazione sicuro. E’ necessario, in genere, un ciclo di sessioni per ottenere un cambiamento.

Quando Craniosacrale è consigliato: 

La Craniosacrale Biodinamica è adatta alle persone di tutte le età. Ho lavorato con bambini di pochi mesi e con anziani ultraottantenni. Alcune persone arrivano per un sintomo fisico come un mal di testa, un dolore articolare o muscolare. Altre persone per risolvere un disagio che è insorto dopo un evento traumatico o una caduta. Molti arrivano per problemi del sistema nervoso autonomo come ansia e insonnia, oppure per aumentare il proprio equilibrio e benessere. Per esperienza so che quasi tutte le persone, dopo un certo numero di sessioni si rafforzano, aumenta la fiducia in se stesse e nelle proprie capacità di autoregolazione.

In tutti i casi consiglio un primo incontro esplorativo e senza impegno, dove la persona può conoscere di cosa si tratta direttamente e poi decidere se è proprio ciò di cui ha bisogno. 

Craniosacrale è una disciplina bionaturale, non si sostituisce alle terapie mediche, ma sostiene la salute nella persona.

 

Per informazioni: www.craniosacralebiodinamica.it